DIVERTINTERVISTA AD ALE PADOVA!

_MG_6757

Dopo Simo Lorenzi, e Davide Martoni , proseguiamo con le nostre interviste: oggi scambiamo due chiacchiere con Ale “Divino” Padova, neo -arrivato in casa nero-blu, che rivestirà unitamente a Davide Martoni il ruolo di co-responsabile tecnico.

 

Ciao Ale, partiamo subito dall’inizio, cioè dall’annuncio ufficiale di Luca (Nozza) al Basket Ti Amo del tuo arrivo da noi: quali sono state le tue sensazioni ed emozioni in quel momento?

La parola “emozione” coglie perfettamente il significato di quella serata, difficile da dimenticare.

Ero li presente sia perchè oggettivamente Luca Nozza   avrebbe fatto la “dichiarazione “  (che abbiamo provato a tenere segreta come le spie russe….è stato divertente!) , sia perchè comunque avevo sempre avuto piacere, già negli anni precedenti, di presenziare all’evento, ormai un momento imperdibile per questa società e anche per il basket bergamasco.

Quando sono salito sul palco , ammetto che  i brividi sono stati tanti, cosi come i sentimenti…

35892329_1821670874584773_4039091986525847552_n In realtà proprio quel concetto di “emozione” durante la serata ha assunto un significato ancora più forte, perchè mi hanno comunicato  che due miei amici, dello staff e della prima squadra, diventeranno papà  nei prossimi mesi, e oltre questo durante tutta la serata erano presenti anche genitori, e ragazzi che avevo allenato all’Excelsior, con cui è rimasto un ottimo rapporto…. per cui davvero è facile capire come quella serata abbia rappresentato un punto davvero particolare e forte non solo degli ultimi mesi!

Tra Simo Basket School, Basket Ti Amo e i primi allenamenti e incontri hai già avuto modo di conoscere lo staff?

Si, in realtà con quasi tutti i ragazzi c’era già conoscenza, e non solo, per un rapporto37270005_1760856923969034_5638885214575919104_n di stima e anche amicizia che si crea negli anni ,  da colleghi e da avversari, sia dentro che fuori dal campo. Un caso a parte è ovviamente il Lillo, che tra messaggi, finti rapimenti,  citazioni e tanto altro è diventato come un fratello per me!                                    
Ringrazio fin da subito tutti per avermi fatto sentire subito di casa e uno del gruppo, ha facilitato ulteriormente le relazioni e il primo approccio.

Con Davide (Martoni) e Simo (Lorenzi) , oltre ad un bel legame di amicizia, c’è soprattutto  affinità di intenti: siamo tutti e tre sicuramente diversi l’uno dall’altro nel carattere e anche nel modo di stare in palestra, ma abbiamo in comune la passione per questo sport e la volontà di trovare le strade migliori di crescita, non solo tecniche , per i ragazzi che abbiamo in palestra.

Con loro , unitamente alla dirigenza (a proposito… auguri a Luca Zani!) , ci siamo già messi in moto subito dopo il Simo Basket School  nelle varie riunioni per programmare la prossima stagione, sia come eventi che a livello tecnico e organizzativo.

Cosa ti ha portato a lasciare una realtà a cui  eri fortemente legato , l’Excelsor, per venire qui?

Risposta complessa …..difficile definire in poche parole il legame che ho e avrò sempre: è stata la “Casa” dove sono cresciuto, e dove ho vissuto un’ultima stagione di emozioni infinite. E’ un amore fortissimo, con la società , ma soprattutto con tante persone, amici, colleghi, compagni di IMG-20180601-WA0063squadra, ragazzi, genitori.  Non si possono raccontare 25 anni in poche righe.

Ma sentivo, serenamente, che era arrivato  per tante ragioni  quel “momento”   , e quando c’è stata la possibilità e il contatto è stato praticamente impossibile dire di no, soprattutto per il tipo di società, per le persone che ho conosciuto, per la passione dei ragazzi, e per i valori umani  e tecnici che si vogliono portare avanti anche qui,  con il proprio “stile” , ovviamente.

Nessun confronto tra queste due realtà,  non lo farò mai… sono  due amori diversi ma importanti: di sicuro posso dire di essere stato fortunato!

Con Davide ricoprirai il ruolo di co-responsabile tecnico, che obbiettivi ti poni per il futuro e cosa pensi di portare di “tuo” nella nostra realtà?Basketiamo2k18  (85 of 267)

Di mio spero di portare il meno possibile….per non fare troppi danni!

A parte gli scherzi vogliamo portare avanti , e lo faremo in maniera forte fin dai primi mesi, l’idea di CONDIVISIONE, intesa come volontà di ciascuno di noi di mettersi a disposizione degli altri, e di mettere in relazione e collegamento tra di loro  i vari “compartimenti” .

E’ una cosa in cui credo, ma ci crede soprattutto la società.

La condivisione sarà non solo tra i vari gruppi, o all’interno delle annate, ma anche come detto tra le squadre giovanili e il mini, tra le nostre due squadre senior, e cosi via.

A livello di staff   abbiamo apprezzato una notevole disponibilità da parte di tutti già in questi primi due mesi , da settembre ci sarà ancora più lavoro e strada da fare, ma l’approccio e la base di partenza è davvero buona considerando l’ottimo lavoro fatto in tutti questi anni che ha portato il Divertibasket a diventare una realtà di riferimento riconosciuta non solo nel territorio, ma nell’intera provincia.
A livello tecnico, come minibasket porteremo avanti quella che è la traccia della Federazione che Davide ed io abbiamo colto nei corsi nazionali e nelle nostre esperienze, ma sempre con la “sfumatura” di Divertibasket, e sempre restando in stretta collaborazione con il giovanile fino ai senior.

Per far questo dobbiamo metterci in gioco in primis noi come istruttori, ed essere curiosi, perchè poi lo chiederemo in palestra ai ragazzi: sono qui per trasmettere, ma anche e soprattutto per imparare, e sono sicuro che anche gli altri istruttori lo faranno.

L’obbiettivo finale rimane sempre quello di accendere e tenere viva la passione dei ragazzi, e di averli sempre di più in palestra , a prescindere dall’età, dai pulcini, alle giovanili fino alle prime squadre, trovando per ciascun atleta il percorso di crescita migliore possibile.

Una piccola e ultima postilla a riguardo:  chiederemo ai genitori la massima disponibiltà nell’accettare, come han fatto per altro in questi anni , e fidarsi degli istruttori della società e delle scelte fatte , ma allo stesso tempo di dare una mano in alcuni aspetti logistici  e non solo, per  essere insomma dei protagonisti “invisibili”  ma fondamentali nella crescita dei ragazzi.

E’ ufficiale che farai parte anche del roster della Promozione:  ti poni particolari obbiettivi?

Si, la scelta di venire a giocare oltre che allenare è arrivata più tardi, parlandone   con Simo (Lorenzi), di cui ho sempre avuto stima tecnica (anche se non vuole farmi giocare da play…non capisco perchè!) , al di là della mia amicizia fuori dal campo.
37562872_1738002702983558_7821049095698513920_nSpero semplicemente di portare il mio contributo alla causa (che non è tanto, essendo abbastanza scarso!) : il gruppo è senz’altro buono, come negli ultimi anni,  con tantissimi ragazzi del posto che conosco e amano la realtà  , e con la giusta ambizione , intesa come volontà di tutti di costruire qualcosa insieme che sia coinvolgente in primis per i più piccoli che vengono a vederci,  ma anche per noi.

Poi i risultati finali dipendenderanno da ciò che mettiamo noi in campo  e in allenamento, da quanto sapremo migliorarci lungo la stagione e superare le difficoltà , e  ovviamente anche dagli avversari ,  ma detto questo….si scende in campo per provare a vincere!

Come in tutte le esperienze che  ho affrontato da senior, lBasketiamo2k18  (104 of 288)’obbiettivo è quello di riempire la palestra in cui si gioca: per me prima è stato il PalaBorgo, Gorle, il Palazzetto….ora sarà il PalaNozza!  In fondo anche noi siamo strumenti ed esempi importanti per la passione degli atleti , grandi e piccoli .

Viste le tantissime persone che vengono sempre a vedere le prime squadre non sarà difficile ….ma proveremo a superarci ulteriormente!

Davide e Simo non ci hanno svelato molto nelle loro interviste….cosa dobbiamo aspettarci per l’anno prossimo?

Se non parlano loro….non lo farò nemmeno io …..se non attraverso atti di corruzione!

A parte gli scherzi si, qualcosa si può già dire…sicuramente già subito a fine  agosto ci sarà un evento coinvolgente, che speriamo porti al PalaNozza tante persone, oltre i nostri ragazzi, per un incontro e un momento di condivisione davvero importante con una realtà cestistica al di fuori dei confini nazionali di valore assoluto, ma in qualche modo legata anche a noi….penso abbiate capito di cosa stiamo parlando, comunque non preoccupatevi che nei prossimi giorni ci sarà il comunicato ufficiale!

A settembre si partirà poi già molto carichi con alcuni impegni che ci vedrà un po’ tutti coinvolti : in primis i ragazzi ovviamente, e noi come staff faremo il possibile per permettere ai nostri atleti e anche chi avrà voglia di provare , di vivere momenti ed eventi che possano piacere.

Non ci sarà solo questo, sarà un settembre senz’altro a tutto ritmo (non dico “a tutta birra” per non mettere strane idee in testa!), e vogliamo mantenere energia ed entusiasmo anche nei mesi successivi!

Un saluto finale:  Mi limito ad un consiglio estivo in stile “Dodgeball”… Giocate, leggete, correte, saltate, giocate!
_MG_6863