Playoff Seconda Divisione: Basket Stezzano – Basket Spirano 71-59

Cuore, grinta, passione, entusiasmo.

Basterebbero queste quattro parole per raccontare la partita di ieri sera al PalaNozza.

Il cuore messo in campo dai ragazzi, sotto anche di 17 ma capaci di reagire nonostante il punteggio stesse lasciando la vittoria a Spirano.

La grinta del terzo quarto, quando la gara ha cambiato direzione grazie a coach Barcatta e all’applicazione dei ragazzi, calati da subito nella nuova “situazione” difensiva e capaci di ribaltare un risultato che sembrava finito.

La passione che ognuno dei partecipanti sugli spalti ha dimostrato nel venirci a vedere per sostenerci ad ogni singolo punto, anche quando le cose non stavano andando bene.

L’entusiasmo di tantissimi bambini che hanno intonato ai loro “beniamini”, chiamandoli per nome ed esultando ad ogni tripla segnata.

Questi sono i playoff che tutti vorrebbero e che noi abbiamo la fortuna di poter vivere per 40 minuti in casa.

Certo, potevamo dare qualche soddisfazione in più all’inizio, quando gli avversari entrano in area come il pane nella marmellata. In attacco non giochiamo male ma il divario si allarga. Nel secondo quarto non riusciamo a trovare la quadra, facciamo fatica a raddoppiare sulle penetrazioni e fisicamente sembriamo subire l’organizzazione e il gioco sotto canestro di Spirano. Si va all’intervallo con i ragazzi che giocano a fulmine mentre noi ci interroghiamo su cosa sta andando storto.

Nel terzo quarto, quando sembrava andare tutto storto, il timeout di coach Barcatta è decisivo: cambio di mentalità difensiva, l’esperienza di Cina al servizio della squadra e i punti importanti di Cisco sono la benzina che scatenano l’attacco che tante volte si è visto in casa durante la stagione.

I punti (e le triple!) di Dave, le bombe di Enri (con tanto di cori dei bambini ad incitarlo) e i punti importantissimi di Domi ribaltano la situazione e mettono la partita sul binario giusto: da -17 a +8!!

L’ultima parte del quarto quarto teniamo testa e gestiamo la gara, grazie anche ad un Rodri che corre in attacco e torna in difesa senza sosta e senza la minima fatica. Un guerriero tra i guerrieri.

Si finisce con la standing ovation all’uscita dal campo di Rodri,  le urla dei bambini presenti e l’abbraccio ai loro amici in campo. Tutti felici, ma è solo l’inizio.

Martedì in campo per Gara2: possiamo chiudere la contesa, in caso contrario Domenica si gioca la bella al PalaNozza.

Dipende da noi: questo pubblico merita un’altra partita…meglio se del secondo turno di playoff…

Una serata pazzesca

Daje Seconda!!