Seconda Divisione: Basket 86 – Azzanese Basket 54-57

Da giorni si respirava un’aria diversa in spogliatoio…e non erano i calzini di Zanna!

Gli ultimi allenamenti in questa pausa tra l’ultima sfida di Bariano e quella contro Caravaggio sono stati gestiti bene e con intensità dai ragazzi.

D’altronde solo il tempo e l’allenamento possono portarci a migliorare.

Si arriva in campo e…sorpresa! Niente tabellone elettronico…solo segnapunti manuale e sirena di fine quarto!

Manca coach Josè in panchina ma i ragazzi sono lì pronti a combattere. E l’inizio, finalmente, è incoraggiante!

La squadra inizia bene, segna i primi punti con buone azioni e molta pazienza. Le triple di Guerra e Zanna sono un incentivo che ci spinge avanti di 5 punti nel primo quarto.

La squadra non cala l’intensità e tiene botta ma si fa piano piano recuperare. Il ritmo dei giovani ragazzi di Caravaggio ci mette in difficoltà e alcune scelte di squadra ci fanno perdere il vantaggio acquisito. All’intervallo siamo sotto di un punto ma siamo lì, ce la giochiamo.

Il terzo quarto, D’Alì suona la carica…solo giocando come il primo quarto si può pensare di portare a casa la partita!

I ragazzi lo ascoltano e si piegano sulle ginocchia a difendere, chiudendo i tentativi offensivi degli avversari e partendo in contropiede per punti facili. L’ottimo terzo quarto di Zanna sia dalla lunga distanza che dalla lunetta ci permette di ritornare avanti con un margine di 8 punti.

Nel quarto periodo però le fatiche degli allenamenti e la mancanza di ritmo gara (Ranica e Guerra erano alla prima stagionale) si comincia a far sentire. Caravaggio ci mette ritmo e voglia, ma molta confusione. La partita rimane in bilico fino a pochi secondi dalla fine, dove la lucidità nel momento clou (i tiri liberi e possesso in attacco) ci permette di chiudere la gara in avanti e in gestione, nonostante il rischio di una tripla presa a pochi secondi dal termine.

La sirena suona e il segnapunti sancisce il nostro ritorno alla vittoria. Una partita bellissima, intensa e che ci permette di rimettere lo sguardo in avanti con più ottimismo e voglia di vincere le prossime partite, a cominciare da quella del Palanozza contro Il Momento