IN PROMOZIONE SI AGGIUNGE UN ALTRO TASSELLO: ALBERTO “SANTA” SAVI!

20989247_10214376257782764_3072511313369386392_o
Possiamo ufficializzare la presenza nel roster della Promozione di un innesto importante sul campo, olte che di un ragazzo conosciuto e apprezzato nel mondo cestisico della nostra provincia.
Stiamo parlando di Alberto “Santa” Savi, play-guardia classe 1990 proveniente da La Torre (serie D) , con cui ha vinto anche un campionato di Promozione, dopo un passato senior tra C e D in maglia Excelsior e Mozzo.
Lo abbiamo intervistato (e un po’ stalkerizzato) ….e non si è certo tirato indietro !
 
Dopo qualche anno come figura importante in campo ( e non solo) a Torre, hai deciso di cambiare maglia. Cosa ti ha portato a questa scelta…e perché proprio Azzanese?
13246446_874598589334666_515187751526535664_o
Beh dopo 5 anni molto intensi e con grandi ricordi, la società ha fatto una scelta, che rispetto, per cambiare pagina. Da lì ho scelto i colori nero-blu  rispetto ad altre squadre perché sono rimasto convinto dalle parole di Simo Lorenzi, perché stimo il modo in cui la società interpreta l’attività a tutto tondo, e perché sono curioso di vedermi in una realtà di questo tipo.
Al di là del basket giocato, negli ultimi anni sei una di quelle persone che ha cercato di portare a bergamo ancora più “passione” cestistica con alcuni eventi. Quanto è importante questo aspetto nella crescita dei piu giovani secondo te?
 
 13737587_669228879908455_4151193782490069390_oQuesto è fondamentale. Con le nostre attività  stiamo cercando di lavorare il più possibile sul sensibilizzare la comunità legata al basket e allo streetbasket a prendere parte alle attività, a non vivere il basket solo durante l’anno e solo in palestra. I ragazzi sono vitali in tutto questo programma perché hanno le energie giuste per interpretare questo messaggio. Crescere giocando a basket grazie ai valori di comunità e condivisione è un qualcosa di super e sapere che ci sono realtà nel territorio come l’Azzanese (e non solo)  che lavorano molto bene con i ragazzi é davvero imortante per il movimento cestistico  a Bergamo.

Per chi è di queste parti ma ancora non ti conosce, prova a definirti come giocatore!11054808_693329740794886_5922079415136468928_o

Da piccolo il buon Raffa Martini mi aveva soprannominato “Puzzecco”, ovvero la versione uscita male del Poz. Adesso sono un vecchio playmaker a cui piace fare l’assist no look (sperando che il compagno lo capisca) ma che non disdegna il tiro da fuori. Insomma sono un mix letale tra Raymond Felton e Peppe Poeta!
 Domanda inevitabile: che obiettivo ti poni anche personale per questa stagione?
285196_2314534505293_4210837_n
L’obiettivo è stupirmi come per ogni cosa che faccio. Voglio divertirmi e per come la penso, vincere aiuta a divertirsi. Sono convinto che riusciremo a farlo e a far divertire anche chi viene a vederci!
E’ vero che vista la tua somiglianza con Kaka,vuoi infiammare il pubblico del palanozza come se fosse il Maracaná?
43159222_10218046051605316_3662282883466264576_nAvrei preferito una somiglianza con il Papu vista la mia fede neroblu però non nascondo che con la palla al piede sono forse anche meglio di Kakà….quando dorme. Quindi aspetto i calcetti di fine anno per metter in mostra le mie volate sulla fascia.

 
 
Un tuo saluto speciale ai nostri tifosi e al mondo nero-blu!
Saluto con affetto tutti, voglioso di iniziare la stagione e di vedere finalmente dal campo il calore del Pala Nozza!Ciao a tutti!
313199_2363576211808_5948881_n