PROMOZIONE : FORTI E LIBERI MONZA- AZZANESE BASKET STEZZANO 52-44

40943253023_f569b007be_zCAMPIONATO PROMOZIONE, GARA 3 SEMIFINALE

FORTI E LIBERI MONZA -AZZANESE BASKET STEZZANO 52-44

(7-12, 16-9, 22-6, 7-16)

FORTI E LIBERI: Brambilla 15,Pironato 13, Gallucci 9, Manelli 6, Alaimo 3, Meroni 3 Galimberti P. 3, Donà, Rossi,  Fossati, Ghidini. All. Buccolieri Ass. Arosio

AZZANESE BASKET STEZZANO:  Salvi L. 9, Padova 9 , Salvi M. 8, Valota 7,  Zanellato 5,  Albani 2 , Gariboldi 2, Rota 2, Fratter P., Maini , Fratter G., Foresti. All. Lorenzi Ass. Bertazzoni

Arbitri:  Elitropi, Mazzoleni

Gara 3 decisiva per le sorti della semifinale tra Forti e Liberi e la nostra Promozione in quel di Monza.
La cornice è importante, vuoi per la storia della palestra vuoi per la notevole affluenza di pubblico per una partita di questa categoria.

L’inizio è tutto per i nero-blu, bravi in difensa a contenere tutte le iniziative delle principali bocche di fuoco locali (che rispetto a gara 2 recuperano Alaimo ma perdono Colella), e pur trovando buoni tiri aperti in attacco non riescono  a concretizzare rispetto a quanto creato, ritrovandosi sul finire di tempo “solo” 12 a 7 per i propri colori, rispetto  a quanto visto sul campo.

Nel secondo periodo cambia l’inerzia del match: i nero-blu sembrano avere il comando delle operazioni con cinque punti di fila di Zanellato, non riuscendo però a trovare percentuali positive per poter mantenere il break , Monza piano piano sale di tono  e, approfittando dei numerosi tiri liberi  e della tripla di  Brambilla nello scorcio finale di tempo , va negli spogliatoi in vantaggio di un punto.

La partita cambia totalmente volto nel terzo periodo : dopo un inizio equilibrato con le due squadre che si sorpassano  a vicenda con le due triple consecutive di Gallucci e Brambilla a rispondere ai canestri nel pitturato dei nostri, arriva il decisivo break locale : ancora Gallucci con una tripla, Brambilla e  poi uno scatenato Pironato (8 punti consecutivi) dannò il là ad un mortifero parziale di 16 a 0 , con i nero-blu che faticano a ritrovare compattezza in attacco  e perdendo mordente a livello difensivo.

Con le spalle al muro e con il match che sembra segnato in maniera irreversibile, arriva l’emozionante rimonta di Gariboldi e compagni, che trovano alcuni recuperi  e soprattutto una difesa che concede poco alla formazione brianzola.   Minuto dopo minuto lo svantaggio si assottiglia, seppur non supportati da grandi percentuali al tiro da
fuori, e soprattutto dalla lunetta  che peseranno nell’economia del match

Salvi e compagni non si scoraggiano e provano comunque il recupero  clamoroso, arrivando anche con la palla in mano del – 3 in un paio di occasioni, ma , come detto, la giornata al tiro non ci aiuta: Forti  e Liberi può riprendere fiato e con Rossi e Brambilla può riportare il margine a distanza di discurezza, nonostante un ultimo tentativo dei nero-blu di riprendere gli avversari. Monza vince e va in finale, l’Azzanese esce sconfitta e deve dire addio al sogno promozione.

Finisce cosi con un po’ di amarezza la stagione dei nero-blu , puniti in questa gara 3 , in una serie comunque bella ed intensa e giocata in maniera corretta da entrambe le squadre.

Resta l’amaro per una gara tre in cui tante cose non sono andate come speravamo…. in serie e in match come questi, sono i dettagli che fan la differenza, e Monza in quel dettaglio è stata più cinica, più precisa, e  quindi più brava: onore a loro, vincitori sul campo e squadra comunque completa e pronta a livello fisico e tecnico.

Resta la coscienza di aver speso in palestra tante gocce di sudore insieme e con un obiettivo comune, senza  aver rimpianti riguardo all’impegno profuso in questi mesi, senza calcoli o pensieri riguardo a possibili avversari da affrontare.

Resta nei nostri cuori e ricordi anche però la parte più bella di questa stagione: la presenza, il calore , l’affetto dei nostri piccoli e grandi tifosi. Ci avete accompagnato durante l’anno riempiendo il PalaNozza e facendovi sentire  anche in trasferta, siete stati una presenza positiva per tutti noi   e uno stimolo ad andare oltre le difficoltà, e in questi play-off siete stati il nostro sesto giocatore in campo, e questo ci riempie d’orgoglio. Avremmo voluto fare qualcosa di davvero speciale per la nostra società e per i nostri tifosi. Cosi non è stato, e ci dispiace.

Ora la ferita della sconfitta fa male, molto male, ma smaltita la delusione invece non resta che  respirare un attimo , e ricordarsi dei tanti momenti, emozioni, ricordi, di questa stagione, oltre che  della crescita del gruppo e  dei tanti nostri giovani, presente già importante per questa società.

E poi ripartiremo.
E ci riproveremo, ancora una volta. Insieme a voi.

BLU BLU NERO BLU!

(e ora via alla fantastica galleria del nostro super Sonzo e Shoot Yes! )