UNDER 13: AZZANESE BASKET STEZZANO- ALMENNESE 50-29

IMG-20190330-WA0019(1)CAMPIONATO UNDER 13, GIRONE SILVER

AZZANESE BASKET STEZZANO- POL. ALMENNESE 50-29

(11-16, 14-1, 19-3, 6-3)

AZZANESE BASKET STEZZANO: Amato 4, Bertazzoni 3 (1), Facoetti,  Brevi 9 (1), Cossavella 4, Gotti 4, Locatelli 7, Moreira 7, Nozza 6, Pedretti 2, Priore 2, Savi 2. All. Padova

POL. ALMENNESE: Arrigoni, Arsuffi, Bonaiti 2, Ciancio , Corbetta, Leidi 4, Mazzoleni, Musitelli, Noris 3, Palusci 8, Rota Nodari 12. All. Filippone Ass. Oprandi

Arbitri: Ghisleni/Teani

Domenica mattina con sveglia presto ( ora legale compresa!) per il gruppo Under 13 impegnato tra le mura amiche contro l’Almennese dell’amico Filippone.
Gli avversari sono ben altra squadra rispetto quella vista all’andata, vuoi per le assenze (vedi il rientro del totem Rota Nodari) vuoi per la crescita del gruppo, tanto dall’aver messo in difficoltà anche squadre di livello come Lecco e Rosa Basket, e lo fa capire nel primo quarto.
Gli ospiti partono subito molto bene con Palusci prima  e Rota Nodari dopo, bravi a colpire la fin troppo pigra difesa locale, e scappando via nel punteggio. Nel finale di tempo Amato alza l’intensità della difesa e i compagni lo seguono a ruota avvicinandosi nel punteggio (11-16).

Da qui  i nero-blu sono bravi a tenere molto alta l’attenzione difensiva, ribaldando nel secondo periodo l’equilibrio del match: Moreira e compagni  sono bravi a recuperare numerosi palloni e convertirli in soluzioni al ferro che permette loro prima di recuperare  e poi di superare gli ospiti costruendo un break-importante per le sorti del match, con la tripla di Bertazzoni che dà ulteriore fiducia ai padroni di casa.

Dopo l’intervallo i nero-blu proseguono positivamente il periodo di rottura, con la difesa che si fa trovare pronta e con alcuni contropiedi e l’altra tripla di giornata , questa volta di Brevi,  i nero-blu scappano via definitivamente a dieci minuti dalla fine (44-20).

L’ultimo periodo vede l’Almennese riprende maggiore fiducia , non solo con il positivo Rota Nodari, ma anche con alcune soluzioni senza palla,  al contrario la squadra di casa allena soprattutto la capacità di costruire collettivamente tiri a campo aperto e a difesa schierata in ritmo , sprecando quindi questo parziale per poter fare un altro piccolo salto in avanti.

Dopo l’inizio da brividi, senz’altro positivi i due periodi centrali, dove Locatelli e compagni hanno senz’altro cambiato marcia in tutte e due le metàcampo: l’ultimo quarto dev’essere proprio preso da esempio per essere consapevoli quanto può essere “dannoso” per il gruppo.

Ora via al rush finale di stagione con tre match sulla carta “proibitivi”: mercoledi il recupero con la corazzata Lecco,  poi Rovagnate e infine di nuovo Lecco . Partite davvero difficili ma che saranno un ottima cartina tornasole per capire la “salute” del gruppo, e sicuramente tre match altamente stimolanti da affrontare però con la massima serenità, rispetto al percorso affrontato, per cercare limiti forse ancora non conosciuti per questo gruppo.

BLU BLU NERO BLU!IMG-20190330-WA0018(1) IMG-20190330-WA0017(1)