UNDER 13: AZZANESE BASKET STEZZANO- N.P. DELL’ADDA 76-35

DSC02156CAMPIONATO UNDER 13 PROVINCIALE, GIRONE SILVER

AZZANESE BASKET STEZZANO- NUOVA PALLACANESTRO DELL’ADDA 76-35

(14-7, 25-4, 13-14, 24-10)

AZZANESE BASKET STEZZANO: Brevi 8, Goisis , Cossavella 18, Amato 2, Facoetti 7, Moreira 2, Pedretti 5, Savi 4, Gotti, Nozza 17, Bertazzoni 4. All. Padova

NUOVA PALLACANESTRO DELL’ADDA: Mudali 4, Pedron, Osio 5, Bresolin , Pesenti, Scarsetti 5, Mirenda 2, Galliazzo, LeRose 8, Galleani 9,  Vergani, Salvadori. All. Legramandi Ass. Perrone

Arbitri: Teani/Balestra

Turno infrasettimanale  per gli Under 13 che recuperano il match contro la Nuova Pallacanestro dell’Adda dell’amico Legramandi.

Gli ospiti si presentano con qualche defezione importante (Boniardi e Militello) ma questo non impedisce loro di partire bene nei primissimi minuti di gioco con Galleani e Scarsetti  . Dopo qualche minuto di passività Amato e compagni cominciano a carburare aumentando la pressione difensiva  e pur “litigando” con il canestro,  costruiscono sul finale di tempo un  primo mini-break (14-7).

Nel secondo periodo i nero-blu si mantengono su buoni standard difensivi, ma è  soprattutto la capacità del gruppo di muovere la palla e giocare senza  a creare qualche situazione e tiro in più  a campo aperto con cui Locatelli e compagni trovano con più continuità canestri dentro e fuori dall’area, prendendo il break che spezza definitivamente l’incontro, con le  due triple “crazy” di Nozza a sugellare questo positivo frangente di gioco.

Dopo la pausa lunga il match rimane in stallo: Cassano prende il comando delle operazioni con Osio e Scarsetti che trovano canestri di discreta fattura e il bravo Le Rose a creare scompiglio dentro l’area , prima che Pedretti e compagni riprendano più ritmo , nonostante i  tanti errori in fase conclusiva.

Nell’ultimo quarto  i nostri Under 13 non si fanno condizionare nel punteggio e colgono l’occasione per giocare a campo aperto e ritrovare di nuovo una migliore  volontà nel giocare insieme, con alcun tiri da fuori su scarichi ma anche positive collaborazioni su tagli , con Cossavella bravo a farsi trovar pronto negli spazi liberi dentro l’area.

A prescindere dalle assenze avversarie e dal risultato finale, discreta prova per i 2006 nero-blu: seppur con alcuni momenti di “stasi”  (a noi purtroppo cari!) , le cose migliori  e più apprezzate si sono viste quando il gruppo si è chiesto di giocare insieme . Farlo con continuità senza pensare necessariamente ad una realizzazione personale è l’aspetto più difficile per ragazzi di questa età ma anche il più stimolante….chiederselo come squadra può diventare una “mission” importante per il gruppo in questo ultimo periodo della stagione.

Ora giusto il tempo di tornare in palestra e poi via al match di giovedi a Bonate: l’occasione per portare avanti anche questo obiettivo è ghiotta!

BLU BLU NERO BLU!_MG_1112